Scelta di nomi femminili per neonata

Nomi femminili, lasciamoci ispirare!

Abbiamo già il fiocco da appendere alla porta, scelto il colore con cui tinteggiare la cameretta, preparato il corredino tutto sulle tonalità del rosa… è in arrivo una femminuccia! Sembra tutto pronto ma ancora non riusciamo a scegliere il nome. Di nomi femminili ce ne sono veramente tanti, la scelta è veramente ardua, quindi abbiamo deciso di aiutarvi riportando un’ampia panoramica di nomi femminili.

Nomi femminili più comuni

Sofia

Deriva dal greco Sophia e significa “sapienza, saggezza”, era anche il nome della dea della sapienza nella mitologia greca. Si diffuse in Europa durante il Medioevo soprattutto tra le famiglie nobili. Le bambine con questo nome sono sagge, intelligenti, romantiche e con gran senso dell’umorismo, sono tenaci e curiose di apprendere tutto ciò che non conoscono. Il suo colore è il giallo e la pietra è l’ambra.

Giulia

Giulia deriva dal latino “Iulia” o “Julia”, che era la forma femminile del cognomen romano Iulus, tipico della gens Iulia con il significato di “essere sacro a Giove” o di “discendere direttamente da Giove”. Le bambine che si chiamano Giulia sono in genere molto socievoli e dotate di grande fascino ma, allo stesso tempo, sanno essere molto riservate. Il suo colore è il rosso e la pietra è il rubino.

Aurora

Ha derivazione latina, più specificatamente sabina. E’ un nome augurale che ha iniziato a diffondersi in Italia in maniera definitiva durante il Medioevo. Nella mitologia romana Aurora era la divinità sorella del Sole e della Luna che allo spuntar del giorno saliva su un carro trainato da cavalli alati per annunciare l’arrivo della luce del sole. Chi ha questo nome è nato per emanare un senso di calma a chi le sta accanto, è sensibile, intuitiva e dotata di grande immaginazione. Il suo colore è l’arancione e la pietra è il Topazio.

Alice

Il nome Alice deriva dal francese Aliz oppure Aallis, a sua volta abbreviativo di Adelais (Adelaide) che vuol dire di nobile stirpe. Nel Medioevo il nome si è diffuso soprattutto in Francia e Gran Bretagna poi, grazie al celebre romanzo “Alice nel paese delle meraviglie” ha raggiunto tutto il mondo. Alice è affettuosa, ha una personalità brillante, estremamente comunicativa. Ama divertirsi ed è dotata di grande senso dell’umorismo. Il suo colore è il giallo e la pietra il Topazio.

Ginevra

Il nome Ginevra deriva dal nome gallese Gwenhwyfar, che è composto dai termini gwen – che vuol dire “bianco”, “puro” – e hwyfar – che vuol dire “spirito”. Diffuso soprattutto nei paesi anglofoni, negli ultimi anni si sta diffondendo rapidamente anche in Italia. Ginevra è estroversa e socievole, loquace ed energica, curiosa e ottimista. Il suo colore è il blu e la pietra lo Zaffiro

Nomi femminili ispirati ai fiori

Rosa

È un grande classico, chi in famiglia non ha una nonna o una zia con questo nome? Rosa è delicata e sofisticata allo stesso tempo, proprio come il fiore omonimo, ma… attenzione alle spine!

Iris

È il nome di una divinità minore della mitologia greca. Iris è la dea dell’arcobaleno e la messaggera degli dei, dotata di grandi ali dorate che le permettevano di muoversi velocemente per annunciare agli uomini i messaggi di Zeus.

Viola

Tra i nomi più popolari a partire dagli ultimi cinque anni. È un nome dal sapore romantico che rimanda alla bellezza e delicatezza del fiore, al suo colore deciso e al suo intenso profumo.

Margherita

È uno dei nomi floreali più diffusi in Italia, nonostante l’associazione automatica con il fiore, l’origine etimologica proviene dal greco antico con il significato di “perla”.

Dalia

Ispirato all’omonimo fiore, caratterizzato da intensi e vivaci colori. È un nome augurale, perché vorremmo per la nostra bambina la stessa bellezza, la stessa vivacità e la stessa vita colorata!

Nomi femminili stranieri

Victoria

È la versione anglosassone del nome Vittoria. Ha origini latine è non ha sicuramente bisogno di spiegazioni per quanto riguarda il significato. Sempre più diffuso in Italia anche grazie all’ex spice girl, la signora Beckham.

Chloe

Molto diffuso nei paesi di lingua inglese e francese. Deriva dal greco antico ed è stato uno dei primi nomi per chiamare Demetra, la dea della natura. La sua popolarità in Italia è in continua ascesa a partire dal 2017.

Myriam

È la variante ebraica di Maria, molto diffuso in Francia. Il suo significato è “principessa”. La sua diffusione è cresciuta in Italia in seguito all’elezione di Miriam Leone (anche se con la “i”) a Miss Italia nel 2008.

Andrea

Nella sua variante femminile è un nome molto frequente nei paesi scandinavi e anglosassoni. In Italia, fino a qualche tempo fa era utilizzato solo nella versione maschile anche perché era vietato per legge chiamare Andrea una bambina. La rettifica è arrivata nel 2012 in seguito ad una sentenza della Corte di Cassazione.

Nicole

È la variante femminile francese del nome Nicola. Deriva dal greco antico “nike” e “laos”, quindi il suo significato è “colei che vince per il suo popolo”. Nicole è ambiziosa e molto precisa, metodica e determinata nel raggiungere gli obiettivi che si prefigge.

Nomi femminili originali

Se siete uno di quei genitori che si aspetta di chiamare la propria figlia in un parco affollato e veder girare solo lei, quello che vi serve è un nome originale. Uno di quei nomi che solo poche altre bambine possono condividere con la vostra. Vediamo se potete trovare qualche spunto da questo elenco.

Artemisia

Il nome deriva dal greco antico ed ha il significato di “dedicata ad Artemide” la dea della caccia. Non possiamo non ricordare, con questo nome, la grande pittrice italiana Artemisia Gentileschi che ha saputo imporsi nel panorama artistico Seicentesco nonostante, all’epoca, la pittura fosse appannaggio esclusivo degli uomini.

Bice

È una particolare variante del nome Beatrice e ha il significato di “colei che rende felici”. Bice ha una personalità sensibile, determinata e molto incline all’arte. La Bice più famosa della storia è sicuramente la Beatrice della Divina Commedia che nella realtà si chiamava proprio Bice.

Alma

Deriva dall’aggettivo latino “almus” che significa “che nutre”, “che ristora”. In italiano aulico indica l’anima e possiamo ritrovare il termine in molte opere di scrittori famosi tra cui Torquato Tasso. Alma è spontanea, generosa e fiduciosa nei confronti della vita, è esuberante e piena di gioia di vivere.

Mabel

È un nome di origine anglosassone e il suo significato è “amabile”, molto in uso durante il Medioevo poi di nuovo nel XIX secolo. Un nome veramente molto originale e di sicuro poco comune!

Micol

Ha origine ebraica, ha il significato di “chi è uguale a Dio?”. Non è altro che una variante del nome Michele. La sua diffusione in Italia è successiva all’uscita del romanzo di Giorgio Bassani “Il giardini dei Finzi Contini” in cui Micol è uno dei personaggi. Micol Finzi Contini è una ragazza bella e intelligente, carismatica e sicura di sé.

Cerchi l’ispirazione giusta anche per un nome maschile?

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin