nuonato in mano del papà

Alla ricerca di tutti i nomi maschili da cui trarre ispirazione

La scelta del nome di un bambino in arrivo è una decisione importante che impegna veramente tanto i futuri genitori.

Il nome accompagnerà nostro figlio per tutta la vita quindi è giusto che la scelta sia ben ponderata.

I nomi maschili sono veramente tanti, lasciamoci ispirare!

I nomi maschili più comuni

Francesco

Francesco deriva dal termine latino “francus” con il significato di “colui che è libero”. Il nome Francesco ha avuto ampia diffusione in tutta Europa legata al culto di Francesco di Assisi. I bambini che si chiamano Francesco sono onesti e di grandi principi, sono franchi, ispirano fiducia e sanno essere molto responsabili. Il suo colore è il rosso e la pietra il Rubino.

Leonardo

Leonardo deriva dal termine di origine longobarda Leonhard, che era  composto dagli elementi germanici levon, che voleva dire “leone”, e hard o hardu, che voleva dire “forte”, “valoroso”, “coraggioso”. Leonardo ha la forza di un leone, sì, ma lo spirito e il sentimento miti e socievoli. Sa porsi degli obiettivi e raggiungerli senza sforzo. Il suo colore è il blu e la pietra il Topazio.

Alessandro

Alessandro deriva dal greco Alexandros, composto dai termini alexo, “difendere”, “aiutare” e aner “uomo”. Può voler dire “l’uomo che aiuta”, oppure “colui che difende” o, ancora, “protettore degli uomini”. Alessandro ha un carattere aperto, socievole e una personalità molto carismatica, è curioso, ama divertirsi e comunicare. Il suo colore è il verde e la pietra lo Smeraldo.

Lorenzo

Ha origine latina e significa “abitante di Laurento”, città del Lazio menzionata nell’Eneide dove, il poeta Virgilio afferma che vi crescesse una grande quantità di alloro, Laurus, una pianta ritenuta sacra dai Romani. I bambini che si chiamano Lorenzo sono estremamente comunicativi, sono affidabili e hanno una grande senso dell’amicizia. Hanno uno spirito combattivo e una forte personalità. Il suo colore è il giallo e la pietra l’Agata.

Mattia

Il nome ha origine ebraica, deriva da Mattityahu, Mattithyahu.  Il nome è composto dai due termini mattath e Yah e il suo significato è, come per Matteo, “dono di Dio”. Mattia è generoso ed altruista, è dotato di buon senso e gentilezza. Ha grande senso pratico ed è rigoroso nello svolgimento dei propri compiti. Il suo colore è il giallo e la pietra è lo Smeraldo.

Nomi ispirati i film e a serie tv

Sheldon

Immancabile in questa lista lo Sheldon Cooper di “The big Bang Theory”. Chi non vorrebbe un figlio con lo stesso quoziente intellettivo? Sarà anche poco empatico, egocentrico e, per usare un eufemismo, “strano”, ma di sicuro è felice e la felicità è quello che tutti noi genitori ci auguriamo per i nostri figli.

Ted

Forse il finale è stato deludente, ma abbiamo seguito tutti con il fiato sospeso, tra risate a crepapelle, le avventure di Ted e dei suoi amici in “How I met your mother”. Ted vuole sposarsi e metter su famiglia ed è alla ricerca costante dell’anima gemella. È pronto a fare qualsiasi cosa per lei quando pensa di averla trovata e in poche parole, Ted ci piace da morire.

Arthur

Arthur Fleck forse potrebbe non dire nulla, ma se nominassimo Joker? Arthur è un fallito, un depresso, un alienato con problemi psichici. Almeno però ride sempre e non possiamo non affermare che sia un vero e proprio leader in grado di trascinare le masse!

Harry

Portiamo un po’ di magia nella vita di nostro figlio, fosse solo attraverso il nome. Harry Potter è un mago potentissimo e allo stesso tempo leale, coraggioso e tenace, tutte qualità che ci piacciono e che vorremmo appartenessero al nostro bambino.

Vincent

Vincent Vega è uno dei protagonisti del cult di Quentin Tarantino “Pulp Fiction”, un film senza tempo. Vincent ci piace da morire, ogni volta che va in bagno succede qualcosa a cui poi deve porre rimedio! È sempre calmo e non sembra scomporsi mai, ma la scena in cui vogliamo ricordarcelo per sempre è quella della gara di ballo con Mia Wallace/Uma Thurman, durante la quale siamo tutti rimasti a bocca aperta!

Nomi classici

Se ci piace rimanere sul classico senza essere banali ecco per voi una lista.

Corrado

È un nome di origine germanica, medievale. Significa “colui che è audace nel dare consigli”. La sua popolarità sta diminuendo nel corso del tempo, ma non il suo fascino

Giorgio

Ha origine greca, significa “colui che lavora la terra, agricoltore”. Tra i personaggi famosi con questo nome ricordiamo Giorgio Chiellini (calciatore), Giorgio Gaber (cantautore), Giorgio Panariello (attore e comico), Giorgio Armani (stilista).

Carlo

Deriva dal germanico è ha il significato di “uomo libero”. Uno dei primi Carlo di nostra memoria è Carlo Martello che nell’ VII secolo diede vita alla dinastia dei Carolingi a cui appartenne anche Carlo Magno. Molto diffuso tra gli adulti, molto meno tra i nuovi nati.

Ernesto

Origina dal germanico Arnust, “valoroso come un’aquila”, vogliamo dimenticarci delle risate che ci siamo fatti leggendo gli equivoci relativi a questo nome nel romanzo di Oscar Wilde “L’importanza di chiamarsi Ernesto”?

Paolo

Ha origine latina, deriva dall’aggettivo paulus che significa “piccolo” o anche “giovane”. Impossibile non pensare alla Divina Commedia, a Paolo e Francesca, la coppia di amanti che, nel girone dei lussuriosi, è costretta ad essere trasportata dalla tempesta così come in vita si fece trasportare dall’impeto della passione.

Nomi stranieri

La tendenza che sta sempre più prendendo piede in Italia è quella di scegliere, per il proprio figlio, un nome alla moda, esotico, oserei dire originale.

Molto spesso i genitori optano per un nome straniero, da quelli più dolci di origine francese agli immancabili anglosassoni per fare tappe estemporanee nella lontana Russia.

Ecco a voi una carrellata dei nomi stranieri più diffusi da noi!

Kevin

È un nome anglosassone di derivazione celtica. Ultimamente è sempre più diffuso in Italia grazie all’influenza di star del cinema e della musica.

Denis

Variante francese del nome Dioniso, dio greco del vino e della gioia. In Italia è presente anche nella versione inglese Dennis.

Thiago

È l’abbreviazione portoghese di Santiago, ossia Giacomo. Si è diffuso in Italia grazie alla popolarità di sportivi, soprattutto calciatori, sudamericani.

Dylan

Il nome non ha nessuna corrispondenza in italiano, ha origine anglosassone, gallese per la precisione. La sua diffusione in Italia è iniziata negli anni ’60 grazie al cantante Bob Dylan ed è continuata in seguito grazie al popolare fumetto Dylan Dog e al celebre Dylan della serie tv Beverly Hills 90210.

Sasha

Nome di origine russa, la sua traduzione in italiano è Alessandro. Deriva dal greco con il significato di “protettore degli uomini”. È utilizzato sia per i maschi che per le femmine.

Cerchi l’ispirazione giusta anche per un nome femminile?

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin