Che cos’è la motricità?

La motricità è – per definizione – la capacità di eseguire i movimenti corporei grazie ai quali entriamo in relazione con il mondo, con le persone e con l’ambiente. Il suo sviluppo completo termina intorno ai 20/21 anni, e fino a quel momento è compito di noi papà accompagnare i nostri figli nel percorso migliore di sviluppo della loro motricità.

Lo sviluppo della motricità in date


Tralasciando i primi due anni in cui il bambino impara a muovere i primi passi e prende confidenza con l’ambiente, tra i 3 e i 5 anni la motricità e l’apprendimento sono strettamente connessi. Tra i 5 e i 6 anni ha un ottimo senso dell’equilibrio, dai 6 ai 12 vi è l’età d’oro della motricità. Vediamo quali giochi poter fare insieme ai nostri bambini.

Come stimolarla nei bambini


La migliore maniera per noi papà di stimolare il movimento nei nostri bambini è attraverso il gioco. Il gioco è considerato uno dei metodi di apprendimento più efficace.

Esistono numerosi esercizi con scopo ludico – didattico che possono aiutare nei movimenti

Avvitare

Inserire una vite nella sua sede senza incrinarla ed evitando di farla incastrare e poi avvitarla richiede l’uso delle dita e del palmo della mano, sfruttando così le capacità di equilibrio. Con i nostri figli maschi noi papà possiamo giocare all’aggiustatutto dotandoli della loro cassetta degli attrezzi in plastica.

Infilare

Richiede una grande coordinazione visivo – motoria; il bambino deve prendere la mira e immaginare il percorso migliore e più agevole per infilare qualcosa, ad esempio i lacci nei fori delle scarpe. Noi papà possiamo togliere i lacci sia dalle nostre scarpe che dalle loro e fare questa operazione in simultanea con i nostri bambini.

Riconoscere attraverso il tatto


Proviamo ad inserire oggetti di forme geometriche diverse in un sacchetto scuro, facciamo inserire la mano del nostro bambino e con la sola esperienza tattile proviamo a fargli riconoscere di quale si tratti. Per ogni risposta giusta mettiamo in palio un premio, come una nuova partita bonus papà – figlio.

Incastrare ed impilare oggetti

Chi di noi papà non è cresciuto con il gioco dei Lego (o gergalmente dette costruzioni)? Questi oggetti di forma e colore diverso possono dare l’idea di come bisogna collocare in maniera logica la loro costruzione. Questo favorirà lo sviluppo delle capacità visive e costruttive.

,
Post simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.