Wuba e Tini: due star a confronto

IL REGNO DI WUBA

Regia: Raman Hui
Durata: 118′
Età: 7+

C’erano una volta…i mostri! Sì, i mostri, avete capito bene. In un lontanissimo passato gli uomini condividevano il pianeta con una razza dei mostri e, nonostante si fatichi non poco a crederlo, le cose filavano incredibilmente lisce: i due popoli vivevano in armonia, ovunque regnava la pace e il mondo era un bel posto in cui stare. Almeno fino a quando l’uomo decise di impadronirsi anche dei territori dei mostri dando avvio a una terribile guerra. Ora però il neonato re dei mostri Wuba dovrebbe riportare equilibrio tra le due razze, se non fosse che un ministro senza scrupoli ha usurpato il trono e ha costretto lui e sua madre a cercare rifugio presso gli umani. E saranno infatti un pavido capo villaggio e un’aspirante cacciatrice di mostri a proteggere la piccola creatura destinata a dare inizio a un nuovo periodo di pace.

Campione di incassi in Cina con 382 milioni di dollari al box office, Il regno di Wuba non ha una storia particolarmente originale ma è ricco di avventura e vanta degli effetti digitali di ottima qualità. Il film in fatti mescola ambientazioni reali e attori in carne e ossa con mostri ricreati al computer, il tutto sotto la supervisione attenta di Raman Hui, già coregista di Shrek terzo.

Il piccolo protagonista, pallido e con un ciuffetto verde in testa al posto dei capelli, farà subito breccia nel cuore dei più piccoli, con la sua ingenuità e la disarmante simpatia. Ma al di là del lato comico la pellicola lancia un messaggio di amicizia e di fratellanza universale e mostra l’importanza di battersi per ottenere una pace duratura fondata sul rispetto di tutte le creature viventi. Un monito prezioso e quanto mai attuale per noi e per i nostri figli.

 

Trailer italiano

 

 

TINI – LA NUOVA VITA DI VIOLETTA

Regia: Juan Pablo Buscarini
Durata: 135′
Età: 7+

tini la nuova vita di violettaDopo la conclusione della terza e ultima stagione della serie TV dedicata a Violetta, Martina Stoessel torna a vestire i panni del personaggio che l’ha condotta al successo planetario per il suo debutto sul grande schermo. Questa volta Violetta si trova a vivere un momento di smarrimento e di crisi personale, ma grazie al soggiorno estivo in un’isoletta italiana, la giovane riuscirà a fare chiarezza nel proprio cuore e a ritrovare un nuovo slancio (anche creativo) per affrontare il suo futuro.

 

Ricerca di sé, riscoperta del passato, amicizia, amore, necessità di mettere d’accordo vita personale e aspirazioni artistiche: sono questi alcuni temi affrontati in quella che si può considerare una vera e propria commedia musicale. L’esito non è da Oscar ma non si scosta neppure troppo dallo standard della serie televisiva, muovendosi con una certa leggerezza tra romanticismo e ironia. Il tentativo di mostrare una personalità artistica in evoluzione è apprezzabile ma l’uso eccessivo di cliché e la mancanza di un adeguato approfondimento psicologico fanno perdere di smalto alla pellicola.

 

Tutto ciò di certo non basterà a fermare le giovanissime fan che sicuramente accorreranno nelle sale cinematografiche per assistere al ritorno in grande stile della loro beniamina.

 

Trailer italiano

 

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin