Come prepararsi ad essere un bravo papà: letture consigliate

Come prepararsi ad essere un bravo papà: letture consigliate

Quando nasce un bambino nasce anche un papà.

Ma se un bambino ha accanto due genitori che lo accompagnano nella crescita, chi aiuta i poveri papà ignari delle insidie, seppur dolci, che la genitorialità quotidianamente fa affrontare?

Non c’è dubbio, abbiamo bisogno di qualche dritta. Quindi, scelti per voi, ecco i must have con cui popolare la libreria, ce n’è per tutti i gusti, potete sbizzarrirvi come volete.

Per partire dal principio

“Mi è nato un papà. Anche i padri aspettano un figlio” di Alessandro Volta. 

Una bella avventura che parte dalla gravidanza fino al primo anno di vita del bambino, vissuta principalmente con gli occhi del papà e arricchita da approfondimenti su temi specifici e schede informative che renderanno chiaro a tutti anche l’incomprensibile.

Per il papà del terzo millennio

“Manuale di sopravvivenza del padre contemporaneo (Diventare Pa3 in poche, oculate mosse)” di Gianni Biondillo e Severino Colombo

Arrivano i Pa3, i papà al cubo, quelli che non hanno nulla da imparare dalle mamme.

Un caldo abbraccio, condito da risate ed ironia, per ogni papà contemporaneo. Per fargli sapere che non è il solo a cambiare pannolini, preparare pappe e cantare ninne nanne.

Per il papà dialettico (o per quello di poche parole)

“L’arte di ottenere ragione esposta in 38 stratagemmi” di Arthur Schopenhauer

La dialettica per Schopenhauer è come un fioretto da impugnare nell’arte del dialogo, non importa da che punto si sia partiti, non importa chi abbia torto, l’importante è saper colpire e parare. Un manuale per aver ragione sempre e comunque così da metterci al riparo da polemiche e discussioni con i figli.

Per il papà lungimirante

“Gli sdraiati” di Michele Serra

Un romanzo comico, a volte malinconico ma sicuramente pieno d’amore che racconta l’incomprensibile mondo degli adolescenti contemporanei. Sono lì, “sdraiati” sui divani o chini sui loro smartphone, indecifrabili e muti ma forse dalla loro posizione orizzontale riescono a vedere ciò che noi “eretti” non sappiamo vedere più.

Per ogni papà

Lo spazio è bianco, la scelta del libro per completare i suggerimenti la lascio a voi, purchè sia un bel libro di favole da leggere con i propri figli la sera prima di addormentarsi, durante il pomeriggio di una domenica piovosa o in qualunque altro momento avrete voglia di passare serenamente  del tempo abbracciati con i vostri bambini.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin