Fratelli che vai, litigi che trovi!


Il mondo dei Superpapà si divide in due categorie: quelli che dicono “I miei figli non litigano mai” e quelli che sospirando sussurrano “I miei sono come cane e gatto”. Se appartieni a questo ultimo gruppo, stai tranquillo, sei in ottima compagnia. Alzi la mano infatti chi non ha mai mandato a quel paese suo fratello. Un gioco, l’attenzione di mamma e papà, la rivalità a scuola: i motivi sono vari ed eventuali e spesso ti ritrovi a fare da arbitro in una partita alla quale non vorresti proprio assistere. Non perdere la calma, la situazione è gestibile con qualche piccolo trucchetto.

I trucchi di Superpapà per sedare i litigi tra i propri figli

Non intervenire


Tira fuori la tua cittadinanza elvetica a preparati a rimanere neutrale e impassibile. Non potrai mai sapere chi ha iniziato per primo, quindi nel dubbio, se la lite si mantiene entro limiti accettabili, lascia che se la spiccino da soli. Al limite separa i bambini e mandali a riflettere su quello che hanno fatto, ognuno nel proprio spazio. I piccoli litigi spesso finiscono così come sono iniziati e l’intervento di un adulto a volte li inasprisce. Può sembrarti una soluzione ingiusta, in realtà calma i bambini con un grande insegnamento: il papà non fa favoritismi, la parola di uno è uguale in tutto e per tutto alla parola dell’altro.

Mantieni la calma


Loro urlano, tu urli ancora di più, poi inizia tua moglie e alla fine abbaia anche il cane del vicino. Se riesci a rimanere calmo, regali ai tuoi figli un segnale importante e anche un ottimo insegnamento. Mettiti alla loro altezza, poggia una mano sulla spalla, guardali negli occhi e, con voce tranquilla ma ferma, chiedi il motivo del contendere. Ricorda: un Superpapà è un campione di calma e ascolto.

Stabilisci le regole del conflitto


Per evitare che un semplice litigio si trasformi in una vera e propria guerra, stabilisci sin dall’inizio le regole e le linee guida della casa. Vieta il ricorso alle mani e agli insulti verbali, stabilisci turni e orari. Ti do anche un piccolo consiglio da papà: elimina sul nascere il motivo del conflitto. Litigano perché entrambi vogliono il bicchiere dell’Uomo Ragno? O ne compri un altro o lo fai semplicemente sparire!

Sottolinea i momenti di pace


Il rinforzo positivo è un tuo grande alleato. Invece di sottolineare soltanto i momenti di crisi, il Superpapà non manca mai di far notare ai suoi ragazzi quando in casa regna la pace e l’armonia, congratulandosi con loro per l’impegno e la forza di volontà.

E tu come intervieni quando i tuoi figli litigano?

Post simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.