Un figlio? Costa quanto una Ferrari!


Qualche anno fa un famoso quotidiano nazionale pubblicò un articolo in cui si affermava, dati alla mano, che crescere un figlio, dalla culla alla maturità, costa quanto una Ferrari. È una frase d’effetto certo ma basta per far venire il mal di pancia a qualsiasi papà che non abbia un conto offshore alle isole Cayman! È proprio questa la realtà? In un’indagine recente la Federconsumatori invita alla calma, sostenendo che questi costi sono molto variabili perché dipendono dall’età dei figli, dal luogo in cui si vive, dalle abitudini al consumo e dal welfare.

Il costo del primo anno di vita


Gli esperti hanno stimato che, nel primo anno di vita, spendiamo la media di 15.000 euro. Le spese che incidono di più sono quelle mediche e quelle relative all’alimentazione. Lo svezzamento infatti impone dei costi abbastanza sostenuti almeno per tutto l’arco dei 12 mesi. A queste voci, Superpapà, devi aggiungere i pannolini, le tutine, la culla, gli accessori indispensabili al piccolo e l’eventuale iscrizione all’asilo nido, necessaria quando termina il congedo di maternità. La soluzione? Riciclare! Nella classifica delle cose più riciclate troviamo abbigliamento, giocattoli, culle e passeggini.

Dalla materna alla scuola superiore


Sono tre le voci che incideranno maggiormente nel tuo budget da Superpapà. La prima è quella relativa alle spese sanitarie, con le odontoiatriche in pole position. Apparecchi per i denti, visite e controlli saranno i protagonisti indiscussi del tuo planning finanziario dai 9 fino ai 14 anni circa. A questo devi aggiungere l’istruzione e nella fattispecie libri, tasse scolastiche, viaggi studio, mense, materiali vari, eventuali baby-sitter e centri estivi se entrambi i genitori lavorano. Terza e ultima voce (ma non per importanza) è quella relativa alle spese sportive, quindi costi di iscrizione, divise, eventuali accessori e trasferte.

Università: ma quanto mi costi?


Dal diploma in poi il costo più significativo è quello relativo all’Università. Secondo gli esperti le cifre sono da capogiro, anche per il più serafico e attento dei papà. L’Ateneo pubblico costa in media circa 10.000 euro l’anno tra costi d’iscrizione, libri, materiale, trasporti e affitto per gli studenti fuori sede. Come puoi affrontare al meglio questi costi? Pianifica il più possibile, senza lasciarti prendere dall’ansia, e informati. Lo Stato, le Regioni e gli stessi Atenei offrono una serie di agevolazioni, bonus e convenzioni che possono aiutarti a gestire al meglio le spese relative alla crescita di tuo figlio.

,
Post simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.