La scelta del nome di un bambino in arrivo è una decisione importante che impegna veramente tanto i futuri genitori.

Se per voi sta diventando un problema potete farvi ispirare dall’elenco che segue dove sono riportati i nomi maschili e femminili più diffusi nel 2019.

Tenete ben a mente che anche per i nomi vige la regola della moda, quindi quello che fa tendenza oggi magari fra 6 mesi non lo farà più… buona scelta!

Nomi femminili 2019

Sofia: deriva dal greco Sophia e significa “sapienza, saggezza”, era anche il nome della dea della sapienza nella mitologia greca. Si diffuse in Europa durante il Medioevo soprattutto tra le famiglie nobili. Le bambine con questo nome sono sagge, intelligenti, romantiche e con gran senso dell’umorismo, sono tenaci e curiose di apprendere tutto ciò che non conoscono. Il suo colore è il giallo e la pietra è l’ambra.

Giulia: Giulia deriva dal latino “Iulia” o “Julia”, che era la forma femminile del cognomen romano Iulus, tipico della gens Iulia con il significato di “essere sacro a Giove” o di “discendere direttamente da Giove”. Le bambine che si chiamano Giulia sono in genere molto socievoli e dotate di grande fascino ma, allo stesso tempo, sanno essere molto riservate. Il suo colore è il rosso e la pietra è il rubino.

Aurora: ha derivazione latina, più specificatamente sabina. E’ un nome augurale che ha iniziato a diffondersi in Italia in maniera definitiva durante il Medioevo. Nella mitologia romana Aurora era la divinità sorella del Sole e della Luna che allo spuntar del giorno saliva su un carro trainato da cavalli alati per annunciare l’arrivo della luce del sole. Chi ha questo nome è nato per emanare un senso di calma a chi le sta accanto, è sensibile, intuitiva e dotata di grande immaginazione. Il suo colore è l’arancione e la pietra è il Topazio.

Alice: Il nome Alice deriva dal francese Aliz oppure Aallis, a sua volta abbreviativo di Adelais (Adelaide) che vuol dire di nobile stirpe. Nel Medioevo il nome si è diffuso soprattutto in Francia e Gran Bretagna poi, grazie al celebre romanzo “Alice nel paese delle meraviglie” ha raggiunto tutto il mondo. Alice è affettuosa, ha una personalità brillante, estremamente comunicativa. Ama divertirsi ed è dotata di grande senso dell’umorismo. Il suo colore è il giallo e la pietra il Topazio.

Ginevra: Il nome Ginevra deriva dal nome gallese Gwenhwyfar, che è composto dai termini gwen – che vuol dire “bianco”, “puro” – e hwyfar – che vuol dire “spirito”. Diffuso soprattutto nei paesi anglofoni, negli ultimi anni si sta diffondendo rapidamente anche in Italia. Ginevra è estroversa e socievole, loquace ed energica, curiosa e ottimista. Il suo colore è il blu e la pietra lo Zaffiro

Nomi maschili 2019

Francesco: Francesco deriva dal termine latino “francus” con il significato di “colui che è libero”. Il nome Francesco ha avuto ampia diffusione in tutta Europa legata al culto di Francesco di Assisi. I bambini che si chiamano Francesco sono onesti e di grandi principi, sono franchi, ispirano fiducia e sanno essere molto responsabili. Il suo colore è il rosso e la pietra il Rubino.

Leonardo: Leonardo deriva dal termine di origine longobarda Leonhard, che era  composto dagli elementi germanici levon, che voleva dire “leone”, e hard o hardu, che voleva dire “forte”, “valoroso”, “coraggioso”. Leonardo ha la forza di un leone, sì, ma lo spirito e il sentimento miti e socievoli. Sa porsi degli obiettivi e raggiungerli senza sforzo. Il suo colore è il blu e la pietra il Topazio.

Alessandro: Alessandro deriva dal greco Alexandros, composto dai termini alexo, “difendere”, “aiutare” e aner “uomo”. Può voler dire “l’uomo che aiuta”, oppure “colui che difende” o, ancora, “protettore degli uomini”. Alessandro ha un carattere aperto, socievole e una personalità molto carismatica, è curioso, ama divertirsi e comunicare. Il suo colore è il verde e la pietra lo Smeraldo.

Lorenzo: Ha origine latina e significa “abitante di Laurento”, città del Lazio menzionata nell’Eneide dove, il poeta Virgilio afferma che vi crescesse una grande quantità di alloro, Laurus, una pianta ritenuta sacra dai Romani. I bambini che si chiamano Lorenzo sono estremamente comunicativi, sono affidabili e hanno una grande senso dell’amicizia. Hanno uno spirito combattivo e una forte personalità. Il suo colore è il giallo e la pietra l’Agata.

Mattia: il nome ha origine ebraica, deriva da Mattityahu, Mattithyahu.  Il nome è composto dai due termini mattath e Yah e il suo significato è, come per Matteo, “dono di Dio”. Mattia è generoso ed altruista, è dotato di buon senso e gentilezza. Ha grande senso pratico ed è rigoroso nello svolgimento dei propri compiti. Il suo colore è il giallo e la pietra è lo Smeraldo.

Post simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.