Lo yoga è una pratica che dà grandi benefici in gravidanza alla salute sia della futura mamma che del bambino.

Perché lo yoga in gravidanza?

Esistono tanti tipi di yoga adatti a tutte le esigenze, quindi anche a quelle di una donna che è in attesa di un bambino.

Lo yoga prenatale è facilissimo da imparare perciò adatto a tutti, che siano principianti od esperti.

I suoi tanti benefici riguardano sia la sfera fisica che quella emotiva: aiuta a mantenersi in forma attraverso l’attività fisica, attiva la circolazione sanguigna e linfatica, regolarizza il battito cardiaco e riduce la pressione arteriosa, inoltre aumenta la forza muscolare, la flessibilità e la resistenza che saranno utili durante il travaglio e il parto. Lo yoga compatte lo stress, l’ansia e favorisce il riposo.

È stato evidenziato come, questa pratica, aiuti a ridurre i sintomi fisici frequenti in gravidanza come cefalea, dolori lombari, nausea e costipazione.

Uno dei maggiori benefici per la mamma è quello di favorire la connessione con il bambino.

Quando possiamo iniziare?

Prima di avviare qualsiasi tipo di attività fisica durante la gravidanza, è sempre bene sentire preventivamente il medico.

In assenza di particolari controindicazioni lo yoga è una disciplina praticabile da subito. L’unica indicazione di cui tener conto è quella di praticare gli stili più lenti e ridurre lo sforzo fisico a partire dal secondo e terzo trimestre eseguendo soprattutto tecniche di concentrazione e respirazione. Sarebbero invece da evitare lezioni di Bikram yoga o hot yoga che consistono nell’eseguire posizioni vigorose in un ambiente molto caldo.

Anche i superpapà si rilasssano

Bene superpapà, avete fatto shopping per il bambino, partecipato a tutte le visite dal ginecologo, montato culle e arredato completamente la stanza del bebè, credevate che fosse finita qui invece vi tocca anche il corso di yoga.

Non disperate e lasciatevi convincere perché può essere una pratica da cui troverete giovamento anche voi, di sicuro ne gioverà la coppia.

Non finiremo mai di ripeterlo, la gravidanza e il parto sono un percorso di coppia. Non coinvolgono solo la mamma ma anche il papà che può dare il suo contributo attivo in ogni circostanza, il corso di yoga potrebbe essere una di queste.

Accompagnatela alle lezioni, eseguite insieme a lei gli esercizi, aiutatela a ripeterli a casa, imparate le tecniche di concentrazione e respirazione con lei e soprattutto tirate fuori tutte le conoscenze acquisite nel momento di maggior bisogno: il parto!

,
Post simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.