Le cinque cose da non dire mai alla propria suocera

Le cinque cose da non dire mai alla propria suocera

Per antonomasia uno dei rapporti familiari più difficili da gestire è quello tra suocera e nuora. Spesso sottovalutato è, invece, quello tra suocera e genero. Ma anche qui si nascondono grandi insidie…

Diciamolo chiaramente, noi papà siamo in genere più accomodanti delle mamme, non soffriamo di gelosie né di implacabile bisogno di riconoscimento del nostro ruolo in un campo che sentiamo “invaso”.

Nella maggioranza dei casi i nostri rapporti con le suocere si mantengono su un piano di formale cortesia che possono però celare un sentimento di reciproca avversione.

Noi le abbiamo “rubato” la sua “bambina” e la sua maggiore preoccupazione è assicurarsi che siamo in grado di prendercene cura come ha fatto lei per tanto tempo.

D’altro canto lei è sempre qui tra i piedi e non ha mai voglia di tornarsene a casa sua.

Un’estranea in casa mia

Ce la troviamo sempre in giro per casa a dettare legge sull’organizzazione, sull’educazione dei figli, persino sul nostro modo di fare la spesa.

È lì con l’occhio vigile pronta a prendere le difese della figlia e a rimproverarci per non esserle di sufficiente supporto o sostegno. Controlla tutto quello che diciamo ai nostri bambini e ci fulmina con lo sguardo se solo ci permettiamo di vietare loro il sesto gelato della giornata.

Spesso avremmo voglia di gelarla con qualche battuta e togliercela finalmente di torno ma, per quieto vivere, è meglio tapparsi occhi, bocca e orecchie e trasformarsi contemporaneamente nelle 3 scimmie sagge (per intenderci quelle del non vedo, non sento, non parlo).

Se vogliamo mantenere le acque tranquille e sperare che il nostro matrimonio duri ancora a lungo, ecco cosa non dovremmo mai dire alla nostra “adorata” suocera.

Speriamo che tua figlia non diventi come te

Mai, mai e dico mai dire a tua suocera una frase del genere a meno che tu non voglia correre il rischio di scatenare la III guerra mondiale con il 99% di probabilità di perderla. Con una frase di questo tipo ti sarai fatto 2 nemiche, suocera e moglie, che stringeranno un’alleanza indissolubile contro di te superando anche tutti i loro scontri in atto.

Non ho chiesto la tua opinione

Anche se pronunciata durante un’intromissione mentre discuti con tua moglie o mentre rimproveri tuo figlio, questa frase ti etichetterà per sempre come maleducato, arrogante e irrispettoso. Puoi essere sicuro che non dimenticherà tanto facilmente. Ogni occasione sarà buona per tirar fuori l’argomento in modo più o meno ironico, ricordandoti che l’hai zittita in malo modo.

Se avessi insegnato a tua figlia a…

Sua figlia è semplicemente perfetta sotto ogni punto di vista, proprio come Mary Poppins. Come ti permetti anche solo di insinuare che non sia capace di fare qualcosa? Sua figlia è la sua immagine riflessa allo specchio, se lei è inadeguata in qualcosa lo è anche la mamma. Tienilo a mente e, quando ti viene voglia di fare apprezzamenti di questo tipo, morditi la lingua.

Sono i miei figli e decido io come educarli

Come ti permetti? Lei ha una “secolare” esperienza, per cui ne ha di cose da insegnare, potrebbe addirittura educare te che sei veramente un grande maleducato. E ti rendi conto che stai parlando dei suoi nipoti? Dei figli di sua figlia? Vai a farti un giro che è meglio che a viziare i tuoi bambini ci pensa lei!

Ma quand’è che torni a casa tua?

Non ce la fai più, sono tre settimane che si è stabilita nella camera degli ospiti. Non puoi girare liberamente in mutande, non ti puoi buttare sul divano accoccolato con tua moglie, non puoi fare nulla in casa tua! Scappi in ufficio appena possibile per assicurarti un minimo di libertà. Ti capisco, ma dirle una cosa del genere significa comunicarle che non è gradita. E’ un’offesa che la farà star male, magari le usciranno anche delle lacrime e te sarai sopraffatto dai sensi di colpa con il risultato che… le permetterai di fermarsi a casa tua fino a Natale!

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin