Mamma abbandona la figlia dopo il parto, il papà Richard scrive una commovente lettera che diventa virale

“Ci sono stati giorni difficili e a volte credevo non sarei riuscito a farcela. Ho trascorso diverse notti piangendo mentre tenevo in braccio la mia bambina che dormiva, perché non ero sicuro di essere un padre abbastanza bravo”.

In due toccanti messaggi, diventati virali su Facebook, un giovane padre di Las Vegas ha raccontato le sfide – e le meraviglie – incontrate nell’essere un genitore single.

Richard Johnson ha 21 anni ed è il papà di una bambina di 10 mesi, Persephone. In una lettera apparsa sul social network Richard spiega i motivi che lo hanno portato ad allevare da solo la piccola. La madre è sparita quando Persephone aveva solo un mese: “Non sappiamo ancora esattamente il motivo, sospettiamo che la depressione post-partum abbia inciso sulla sua scelta”.

 

Nei giorni che seguirono alla partenza della sua ex Richard si sentiva sperduto e spaventato. “Provengo da una famiglia in cui tutti sono genitori single o divorziati. Non avevo una foto con mio padre e non ho mai voluto che questo accadesse anche ai miei figli”, ha raccontato in un’intervista a Yahoo Parenting, “Quando abbiamo deciso di avere dei bambini pensavo che avrei dato loro tutto ciò che io non avevo mai avuto”.

Ma, dice, “più ci pensavo, più entravo in panico. Non sapevo come si facesse il padre, tranne in base agli esempi visti in tv o nei film”.
Nel tentativo di placare le sue paure Richard ha cercato consigli su internet, ha letto ogni singolo libro trovato sul “nuovo genitore” e ha visto mille ore di video su Youtube, su qualsiasi argomento, “dal pettinare i capelli allo smaltare le unghie, sino alle varie teorie su come affrontare i comuni problemi genitoriali”.

Richard Johnson Richard Johnson Richard Johnson Richard Johnson

In questo periodo capitò per caso sulla pagina “Life of Dad”, che si rivelò una risorsa fondamentale per lui.
“Ho visto che là fuori c’erano molti altri padri come me che si ritrovavano ad affrontare le stesse problematiche. Quella pagina mi ha dato una grande iniezione di fiducia”, scrive nella sua lettera.

Il suo post sulla pagina Facebook di Life of Dad è diventato subito virale, raccogliendo oltre 14mila like. Molti utenti si sono congratulati con Richard per la sua onestà, scrivendogli parole di sostegno e incoraggiamento.

“Grazie a tutti. Non potete immaginare quanto le vostre parole significhino per me. Continuo a essere molto critico nei miei confronti, per il mio modo di essere padre e questa era proprio la medicina di cui avevo bisogno”.

Richard ha inoltre descritto alcuni momenti difficili attraversati nella sua nuova veste di padre. Ha ricordato le notti in cui aveva voglia di piangere, mentre cullava la figlia addormentata tra le sue braccia, con il cuore pieno di ansia per quello che sarebbe stato il suo futuro.

Alla fine però Persefone lo ha aiutato a diventare più forte e andare avanti.

“Una notte in particolare ha gattonato per la prima volta. Venne da me e mise la sua piccola manina sulla mia guancia, fissandomi negli occhi. Ho inteso quel gesto come un ‘dai papà, abbiamo tante cose da fare’. Così le ho detto che non avrei più pianto per noi e che avremmo lottato per essere felici. Abbiamo mantenuto fede a quella promessa”, scrive.

Richard ha concluso il suo post con alcuni consigli per gli altri genitori single: “Se doveste mai provare la sensazione che il carico sia troppo pesante e che voi non siate sufficienti, guardate negli occhi il vostro bambino e ditegli che lo amate. Vi sorprenderete nello scoprire quanta forza avete quando qualcuno conta su di voi e amerete sempre di più ciò che state facendo”.

Complimenti Richard, sei un vero Superpapà !

Commenta questo articolo, facci sapere cosa ne pensi!