FUGA DAL PIANETA TERRA

Regia: Cal Brunker
Durata: 89′
Età: 3+

Scorch e Gary Supernova sono due fratelli alieni che formano una squadra formidabile, specializzata in missioni estremamente pericolose. Per il suo coraggio Scorch è venerato come un supereroe su Baab, il loro pianeta d’origine, benché tanta parte del suo successo sia dovuto al supporto silenzioso di Gary. Quando arriva un S.O.S. dalla Terra, pianeta notoriamente poco raccomandabile, Scorch si lancia in un’azione di soccorso in solitaria, contravvenendo alle indicazioni del fratello che gli aveva sconsigliato di intervenire. Sbarcato sulla Terra viene subito catturato e rinchiuso in una celle nella celebre area 51 dove incontra altri alieni e cerca di escogitare un piano di fuga. Nel frattempo anche Gary ha raggiunto il nostro pianeta per aiutare Scorch, ma l’impresa sarà più difficile del previsto.

 

Diretto da Cal Brunker, che aveva già lavorato nella realizzazione degli storyboard di Ortone e il mondo dei Chi e Cattivissimo me, Fuga dal pianeta Terra è un film d’animazione in computer grafica leggero e divertente, adatto a tutta la famiglia. L’estetica ricorda quella di Planet 51, anche se in quel caso erano gli umani a sbarcare in un pianeta alieno.

 

Come si intuisce dalla sinossi, al cuore della storia c’è un rapporto tra fratelli che ha bisogno di essere riequilibrato, raccontato con una verve ironica che mira a parodiare i moderni cinecomic.

 

Il film è uscito nelle sale statunitensi il 15 febbraio 2013 (sì proprio duemilatredici!) mentre in Italia è approdato solo ora: come mai? Forse perché è così bello e ha fatto incassi così alti che hanno pensato bene di tenerlo nascosto fino ad oggi?! Eh, purtroppo no. Al contrario, la pellicola non ha ricevuto recensioni particolarmente benevoli oltreoceano proprio perché i critici non l’hanno trovato poi così divertente come vorrebbe essere. Ma chissà, magari ai bambini potrebbe piacere lo stesso…

 

 

Trailer italiano

 

, , , , , , , , , , , , , , , , , , ,
Silvio Petta

I papà sono sbarcati in rete, seguici su Facebook - Twitter - Google+ e, presto, sul nuovo sito

Post simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *