PAN – VIAGGIO SULL’ISOLA CHE NON C’E’

 

Regia: Joe Wright
Durata: 111’
Età: 7+

 

Spavaldo, irrequieto, coraggioso, indomito e perennemente dodicenne: di chi stiamo parlando? Di Peter Pan, naturalmente! Scappato dalla penna dello scrittore inglese James M. Barrie agli inizi del ‘900 non si è fermato un momento, passando dalla carta stampata al teatro per approdare poi al cinema e in TV (alzi la mano chi non ricorda la rivisitazione fatta da Spielberg in Hook – Capitan Uncino nei primi anni ’90).

Questa volta è Joe Wright, già regista di Espiazione e Anna Karenina, a tentare di domare il ragazzaccio col vizio del volo, partendo da lontano e raccontando le origini della sua leggenda. Tutto ha inizio in un grigio orfanotrofio di Londra dove Peter conduce una vita triste e monotona, fino alla notte in cui viene rapito dal terribile pirata Barbanera (Hugh Jackman) che lo porta nell’Isola che non c’è per farlo lavorare nelle miniere da cui si estrae la polvere magica delle fate. Lì stringerà amicizia con Giacomo Uncino (eh, sì, proprio quell’Uncino…) e per lui sarà l’inizio di un’avventura senza precedenti che lo condurrà a scoprire la verità sul suo passato e a diventare il mito che tutti conoscono.

Vivaci contrasti cromatici e sontuose scenografie fanno di Pan – Viaggio sull’Isola che non c’è  un’opera visivamente maestosa, che riunisce in un solo reame terra, cielo e mare. Purtroppo i vezzi barocchi del regista eccedono la misura e le immagini finiscono per diventare stucchevoli affreschi fini a sé stessi che respingono il pubblico invece di ammaliarlo. La recitazione sopra le righe degli interpreti non aiuta in tal senso e anzi costituisce un ulteriore ostacolo che impedisce allo spettatore di affezionarsi ai personaggi.

Purtroppo anche la storia non è all’altezza della sua confezione: troppe le crepe nella sceneggiatura, troppo poco sviluppati i temi portanti del film e troppe le domande irrisolte al termine della visione. E’ chiaro che l’idea della casa produttrice era quella di avviare una nuova serie di film su Peter Pan, ma dopo la tiepida accoglienza riservata a questo primo capitolo c’è il rischio che non se ne faccia più nulla e che quei misteri siano destinati a rimanere irrevocabilmente tali.

Comunque non è escluso che ai bambini il film possa piacere: i pirati, le navi volanti, le battaglie all’arma bianca e il mondo magico dell’Isola che non c’è esercitano sempre un forte richiamo sulla fantasia dei piccoli sognatori. Però per mamme e papà il rischio noia non è così remoto…

 

Trailer italiano:

 

 

 

, , , , , , , , , , ,
Silvio Petta

I papà sono sbarcati in rete, seguici su Facebook - Twitter - Google+ e, presto, sul nuovo sito

Post simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *