Le ideonzole di Bidonzolo

ricliamo la plasticaCari amici,
eccomi di nuovo qua, questa volta per trattare in modo chiaro e semplice la differenziazione dei rifiuti.
Cominciamo con la plastica, per la quale sono stati creati appositi contenitori che si possono vedere ai margini delle strade e che opportunamente e diligentemente noi impareremo a riempire. La plastica fa parte della nostra vita e delle nostre case più di quanto possiamo immaginare. Pensate soltanto a bottiglie, buste della pasta, buste della spesa, flaconi dei prodotti utilizzati per le pulizie, vaschette del gelato, cassette e retine di frutta e verdura, vasetti dello yogurt, incarti trasparenti di brioches e caramelle.
Ma purtroppo uno dei materiali che più facilmente si accumulano in noi Bidoni, anche perché il più delle volte, vi sbagliate e vi confondete. Tutti quei rifiuti che presentano residui di materiali organici, ad esempio il cibo che potrebbe fermentare nel cassonetto, o residui di sostanze pericolose come vernici e colle non vanno assolutamente gettati nella plastica vera e propria. Sarebbe come unire caffé e sale!
Ricordate ciò che vi avevo detto la volta scorsa? Tutti i contenitori devono essere puliti e non soltanto: anche svuotati e schiacciati. Questo significa togliere le eventuali etichette di carta e nel caso dei vasetti di yogurt lavarli prima di gettarli. Ne guadagnerete anche in aromi fuoriuscenti dai vostri Bidoncini. Per aiutarvi a ricordare che la plastica mal differenziata non porta benessere all’ambiente, pensate che la plastica isola, chiude, soffoca. La Natura non merita questo trattamento.
Tra l’altro gli oggetti in plastica possono essere facilmente recuperati per trovare nuova vita. I vasetti dello yogurt possono comodamente diventare dei contenitori monodosi di brodo o sughi da conservare in freezer. Oppure le bottiglie dei validi annaffiatoi per le vostre piante.
Ingegnatevi gente, mettetevi alla prova! Non c’é soddisfazione migliore della creatività.

Bidonzolo

, , , , , ,
Post simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *