Caro Angelo, è un piacere ritrovarti in LO SAI CHE I PAPÀ-VERI SONO… !

Tu hai iniziato circa 3 anni fa con il progetto “Contofinoatre”  a raccontare le vicissitudini di un neo papà che viene travolto dai cambiamenti che può generare l’arrivo di un piccolo cucciolo di animale feroce all’interno della coppia! Allora eri un papà ironico, un po’ impacciato ma desideroso di dire la sua. Nel tuo nuovo spettacolo si nota un cambiamento, una sorta di maturazione del personaggio?! In fondo sei un papà più esperto ora!

Per quanto riLocandina Lo sai che i papà veri sono...guarda la maturazione del mio essere papà credo che ci sia e sia frutto del tanto tempo che passo con mia figlia e che mi sta dando sempre più la possibilità di conoscerla e comprenderla anche se i bambini, soprattutto le femmine, sanno come confonderci cambiando abitudini e idea ogni minuto.
E con queste montagne russe per un papà è facile fare della sana confusione.

La tua scelta di rimanere a casa ad accudire tua figlia è la prova tangibile che i papà moderni cercano di  avere un ruolo attivo nell’educazione della prole. Quando vai al parchetto con Agata  le mamme ti guardano ancora storto o hanno preso coscienza del fatto che i papà se la possano cavare anche da soli?! Perché è così, vero?!

Al parco le mamme non mi hanno mai scambiato per un malintenzionato però ammetto che lo sguardo delle mamme sui pochi papà è sempre stato un misto tra stupore positivo e un “vediamo che guaio combina” che a volte mi ha fatto vacillare, però l’ironia è anche la complicità di molte mamme mi ha aiutato molto.

Allora ti mandiamo un grosso “In bocca al lupo!”. Angelo, non vediamo l’ora di venirti a vedere a teatro…. a proposito, come è possibile usufruire dello sconto riservato ai lettori di Superpapà?!

Per lo sconto se si chiama o si manda mail citando SUPERPAPA’ si avrà il 50% di sconto sul biglietto!

Che dire Angelo, sei proprio un Superpapà!

 

 

 

 

 

 

, , , , , ,
Silvio Petta

I papà sono sbarcati in rete, seguici su Facebook - Twitter - Google+ e, presto, sul nuovo sito

Post simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *