Nek by Superpapà

Anche Nek è uno di noi

Il cantautore Filippo Neviani, in arte Nek, si racconta come… superpapà!

Ciao Nek, cosa ne pensi del ruolo di padre al giorno d’oggi?

1 In questi ultimi anni ho visto migliorare la figura del padre nella società. Forse perchè i papà di oggi interagiscono di più con la famiglia stessa, con i figli e con la madre dei loro figli. Si interessano di più alle dinamiche del nucleo famigliare, accudiscono con più trasporto il bambino diventando in svariati casi una buonissima sostituzione alla figura materna.

Come vivi la tua paternità? Che rapporto hai con tua figlia Beatrice? Ci vuoi raccontare la tua esperienza?

2 Confesso che prima della nascita di Beatrice avevo paura di non essere all’altezza. Mia moglie era già stata madre io invece sarei diventato padre per la prima volta quel 12 settembre 2010. Però poi quando l’ho avuta tra le braccia appena nata è passato tutto. Da quasi nove mesi io e mia figlia siamo un tutt’uno e il mondo intorno a me è completamente diverso. Il momento più bello che condividiamo è il bagnetto di sera. Per lei è una festa immergersi nell’acqua tiepida e giocare con le sue tartarughe e rane di plastica; per me è un autentico momento di relax. Ridiamo, ci guardiamo, giochiamo insieme e poi dopo un’accurata pulizia me la stringo dentro al suo mini accappatoio bianco e rosa.

Come ti rapporti con la madre di tua figlia, in merito alla crescita e all’educazione della tua bambina?

La madre di mia figlia è una superdonna. Non lo dico solo perché è mia moglie e la amo profondamente ma perché secondo me è la pura verità. Lei ha più esperienza di me, più sicurezza. Sa organizzarsi ed è sempre all’altezza di ogni situazione le si presenti. Io sono un papà che ha fatto passi da gigante ma che sta imparando giorno per giorno come deve essere un genitore. Forse non lo imparerò mai abbastanza ma mia moglie Patrizia è un ottimo modello a cui ispirarmi. Tra di noi c’è sempre stata complicità fin dal primo momento in cui ci siamo uniti. Dove manco io c’è lei e viceversa. Soprattutto quando si tratta di educare una bambina ancora così piccola.

Tu sei un artista, il tuo lavoro ti costringe spesso a stare lontano da casa, come riesci a conciliare i tuoi impegni e la tua vita privata?

Il mio lavoro è tanto straordinario quanto spietato per certi versi perché per esempio mi costringe a stare lontano da casa anche per diverso tempo. Quindi quanto ritorno mi butto a capofitto nella famiglia anche perché oltre ad essere per me una necessità è anche un dovere. Mia figlia appena mi vede mi fa un sorriso perché capisce chi ha davanti poi però mi studia guardandomi perché la mia lontananza credo l’abbia confusa un po’.

Cosa ne pensi del progetto di Superpapà, ovvero una Community dedicata ai papà per scambiare informazioni utili, per confrontarsi tra genitori e per valorizzare il ruolo del padre in una società moderna?

Superpapà è un gran bel progetto e crea comunicazione tra noi maschietti che siamo sempre un po’ chiusi in certe circostanze al contrario delle femminucce. Appoggio in pieno l’idea, confrontarsi fa sempre bene. Si impara gli uni dagli altri ed è stimolante.

Quindi, colleghi padri… preparatevi a darmi consigli!
Ciao, Nek

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *